Auto per cure palliative Alto Chiascio

Presentata all'ospedale di Gubbio-Gualdo Tadino una Fiat Panda donata dall'associazione Aelc al Servizio di cure palliative del Distretto Alto Chiascio per l'attività di assistenza domiciliare ai pazienti per i quali ogni terapia volta alla guarigione non è più possibile. Alla cerimonia hanno partecipato, tra gli altri, il direttore generale dell'Usl Umbria 1, Andrea Casciari, e la presidente dell'Aelc Orietta Migliarini. L'equipe di cure palliative, coordinata da Loredana Minelli, fornisce l'assistenza domiciliare a pazienti neoplastici terminali residenti a Gubbio, Gualdo Tadino, Fossato di Vico, Sigillo, Costacciaro, Scheggia e Pascelupo. L'attività interdisciplinare è garantita anche da personale dell'Aelc. "La nuova auto - ha sottolineato Casciari - evidenzia la costante attenzione e la forte sensibilità dell'Aelc nei confronti dei servizi sanitari dell'area dell'Alto Chiascio".

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Corriere Adriatico
  2. TRG
  3. VivereMarche
  4. Corriere Adriatico
  5. VivereMarche

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Frontone

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...